QUESTIONARIO
12 EURO
Ricorda: i campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori.
Se ci sono campi non obbligatori che desideri lasciare in bianco, potrai successivamente compilare il relativo spazio a penna o con il nostro strumento di modifica.

Dati del Locatore
Dati del Conduttore
Dati del Box
Dettagli del Contratto
Ulteriori Accordi
Dettagli di Sottoscrizione
Inserire il numero di mesi.
Inserisci qui la data di inizio della locazione (es. 01/06/2017)
Inserisci qui la data di fine della locazione (es. 01/09/2017)
inserire qui l'eventuale importo versato a titolo di cauzione. Se non vi è versamento di alcuna cauzione lasciare in bianco o scrivere "nulla" alla domanda successiva.
Inserisci in questo campo eventuali accordi supplementari intercorsi.
Avanti

RICORDA
Per il contratto di locazione di box non è necessaria la registrazione: box e garage possono essere locati separatamente dalle abitazioni. In tal caso sia la durata del contratto che il canone vengono liberamente concordati dalle parti e la registrazione, con conseguente pagamento dell’imposta di registro, alla pari di quanto già accade per la locazione degli immobili ad uso abitativo, deve essere effettuata solo qualora il contratto abbia una durata superiore a 30 giorni. L’imposta di registro è pari al 2% del canone concordato e va ripartita in uguale misura tra il locatore e il conduttore, salvo diverso accordo delle parti.

RISORSE AGGIUNTIVE

Cosa Devi Sapere

Il contratto da utilizzare per la locazione di un garage è molto simile a quello che si utilizza per le altre tipologie di locazioni. Riporta quindi i dati delle parti contraenti, la durata della locazione, l’ammontare del canone annuo, l’eventuale versamento di un deposito cauzionale e il suo ammontare, l’eventuale possibilità o meno del conduttore di sublocare l’immobile e l’eventuale diritto di prelazione del conduttore in caso di vendita dell’unità immobiliare o di nuova locazione.

Anche per quanto riguarda la locazione di box e garage, la normativa vigente prevede che siano a carico del conduttore solo le spese di manutenzione ordinaria, mentre quelle di manutenzione straordinaria sono a carico del locatore. Le eventuali spese condominiali sono a carico del conduttore, salvo diverso accordo delle parti.

CONTRATTI CORRELATI