QUESTIONARIO
12 EURO
Ricorda: i campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori.
Se ci sono campi non obbligatori che desideri lasciare in bianco, potrai successivamente compilare il relativo spazio a penna o con il nostro strumento di modifica.

Proprietario dell'immobile
Soggetto ricevente immobile
Dati dell'Immobile
Data di decorrenza del contratto
Ulteriori Accordi
Luogo e Data di Stipulazione
Inserire in questa sezione i dati del Comodante.
Specificare Via, Piazza, Viale ecc..
Inserire in questa sezione i dati del Comodatario.
Specificare Via, Piazza, Viale ecc..
Specificare Via, Piazza, Viale ecc..
inserire in questo campo i numeri catastali dell'immobile riportati nella scheda catastale e/o nel rogito di acquisto (ES. Foglio, 34 -Particella 235, SUB 23). Se non si conoscono i dati lasciare in bianco.
Esempio: due camere, un bagno e cantina.
Inserisci in questo campo eventuali accordi supplementari intercorsi.
Avanti

AVVERTENZE
In Italia, il comodato è regolato dal Codice civile, libro quarto, titolo terzo, sezione terza, al capo XIV rubricato “Del comodato”, composto dagli articoli numerati dal 1803 a 1812, nonché da altre norme sparse, fra cui norme tributarie che ne impongono la registrazione, a pena di nullità.

RISORSE AGGIUNTIVE

Necessaria gratuità

Il “comodato è essenzialmente gratuito” (testuale nell’art. 1803 c.c., rubricato “definizione”), in quanto, se vi fosse un pagamento in denaro, ci troveremmo di fronte ad un altro tipo di contratto e cioè alla locazione.

Dunque, è errato parlare di comodato gratuito: il comodato è sempre gratuito o non è un comodato. In alcuni casi è possibile che il contratto di comodato preveda un risarcimento per le spese vive della cosa: caso frequente è che il condominio negli immobili sia a totale carico del comodatario (colui che ha ricevuto la cosa).

Al fine di rendere più chiari i rapporti tra le parti, nel “nostro” modello di contratto abbiamo appositamente inserito una clausola che prevede a carico del comodatario il pagamento sia delle spese condominiali, sia della manutenzione, sia delle utenze necessarie all’uso dell’immobile (acqua, luce, gas).

Il contratto di comodato da origine a diritti ed obblighi tra il comodante e il comodatario, ma non comporta il trasferimento della proprietà né  di altro diritto reale sul bene oggetto del contratto. Il comodatario, infatti, acquisisce unicamente il dirititto di utilizzare personalmente il bene, assumendone esclusivamente la qualifica di “custode” di bene stesso.

Premesse

In  diritto si definisce comodato il contratto mediante il quale una parte (comodante) consegna ad un’altra (comodatario) una cosa mobile o un immobile affinché se ne serva un tempo o per un uso determinato con l’obbligo di restituire la medesima cosa ricevuta.
CONTRATTI CORRELATI